Archivi tag: lamentosi

I tassisti si lamentano. Io pure.

I tassisti si lamentano, io pure però.
L’altra sera sono uscito dal pronto soccorso a mezzanotte e mezza, Metro chiusa e nessun’altro mezzo pubblico ancora in servizio per tornare a casa. Sono vicino alla stazione e distante quasi 7 Km da casa, temperature al di sotto dello zero sicuramente; con altre condizioni, come ho già fatto, sarei tornato a casa a piedi, ma stasera proprio non me lo posso permettere.
Salgo su un taxi che trovo in attesa parcheggiato affianco alla stazione, comunico l’inzirizzo e si parte. Il tassametro segna già 6€ (bandiera 3,50 + 2,50€ di supplemento notturno) ed ho appena appoggiato il sedere sul sedile… Arrivato a casa il tassametro segnava 16,20€, per aver fatto 7 Km in 15 minuti contraffico praticamente assente. Vogliamo contare anche che il “povero tassista” deve ritornare al punto di partenza? Ok, 14 Km in mezz’ora.
Io per guadagnare 10€ netti (perchè dai 6€ diamoli buoni tra spese di manutenzione auto, assicurazione e benzina) devo lavorare almeno 2 ore e per andare a lavoro devo pagare l’abbonamento per i mezzi pubblici e tener conto che per arrivare a lavoro e poi tornare a casa impiego in totale un’ora; possiamo quindi dire che per avere 10€ in saccoccia, devo avere occupate almeno 3 ore del mio tempo.
Il servizio offerto dalle macchine bianche mi sembra quindi molto ben retribuito, anche contando che per fare il tassista credo che l’unico requisito richiesto sia quello di avere la patente, mentre io che sono laureato ho dovuto pagare tasse universitarie, libri e ho iniziato a lavorare dopo la laurea, quindi non prima dei 25 anni.
Questi si lamentano ma io credo che ci sia ben poco da lamentarsi e che aprendo il mercato si possa arrivare ad avere una maggiore concorrenza e quindi prezzi più bassi. Se poi non ci fosse abbastanza lavoro per tutti (quelli che vogliono fare i tassisti), che trovassero un’altro impiego, d’altronde non tutti possono fare il lavoro che sognano fin da bambini.
La differenza poi con il costo dei mezzi pubblici è abissale, se le nostre macchina bianche ritoccassero un po’ le tariffe, credo che sia possibile che come in tante altre grandi città del mondo, vedi New York e Londra, la gente inizi ad usare i taxi anche per andare a lavoro e per altri spostamenti.
Così come stanno le cose adesso, mi sembra un traguardo irraggiungibile.
Con 16,20€ in meno, ma io sono ancora vivo e finchè sarà così ed avrò altre possibilità da scegliere per i miei spostamenti, le preferirò al taxi e sicuramente il mio corteo funebre non seguirà una macchina bianca.

Contrassegnato da tag ,