Archivi tag: poste italiane

Io credo nei segni.

Io credo nei segni.
Detto questo, da qualche parte ricordo di aver letto qualcosa che suona come…
“Poi il Signore Dio disse: «Non è bene che l’uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile».
Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. Così l’uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutte le bestie selvatiche, ma l’uomo non trovò un aiuto che gli fosse simile”
e io tre gatti li ho e ho dato loro un nome, il primo step l’ho superato alla grande! Poi la sacra scrittura continua:
“Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto.”
Giuro che Lunedì mattina, dopo la caduta mi sono ritrovato a terra con il respiro che mi mancava e senza aver capito bene cosa mi fosse successo, è stato come risvegliarmi dopo un lungo sonno!
Ma andiamo avanti che adesso viene il bello:
“Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo.”

FERMI TUTTI! Con calma. Un bel respiro.

… e fu notte e fu mattino, il mattino di martedì; poi nuovamente notte e poi ancora mattino, quello di mercoledì e poi ancora quelli di giovedì e venerdì.

Non è che me l’hai mandata con l’autista sprovvisto di aggiornamento per il navigatore?
Ora, capisco la crisi, capisco lo sciopero dei taxi ed il prezzo della benzina che è arrivato alle stelle e che tutto questo possa creare problemi di mobilità, però dai, vuoi dirmi che tu che vivi da un’eternità non hai messo nulla da parte? Che non riesci a spedire con pacccelere1? Ma anche un paccocelere3 andava bene! Non sarà che per sicurezza hai spedito con paccocelere1+paccocelere3 e quei pistola della posta hanno fatto la somma? Lo scopriremo domani.

Per adesso, vivo ancora sereno e non ci sono segni di burrasca all’orizzonte (occavolo, ma oggi non tirava un vento spaventoso?!?), va tutto bene. Il cielo è limpido, il freddo si è attenuato ed io sono ancora vivo.

 

Contrassegnato da tag , ,